WE NOW OFFER FREE WORLDWIDE RETURNS! Click here for more information more info

Fair tickets

Buy tickets Ticket options
America
 
Affordable Art Fair
Art advice - 17 December 2019

Meet Art Advisor Caterina Verardi

In occasione della prossima edizione di Affordable Art Fair Milano, siamo lieti di annunciare una nuova e stimolante collaborazione con Caterina Verardi, consulente d’arte e fondatrice di Verardi Art Advisor. Caterina offrirà un esclusivo servizio di personal shopping per aiutarvi a trovare l’opera più adatta ai vostri gusti. Grazie all’esperienza acquisita lavorando con case d’aste ed altre istituzioni, non potreste affidarvi a qualcuno di migliore per fare l’acquisto perfetto in fiera.

In attesa di poter avere lei ed i suoi preziosi consigli con noi ad Affordable Art Fair, abbiamo fatto a Caterina qualche domanda per conoscerla meglio e farci svelare in anticipo alcuni tra i segreti per l’acquisto perfetto.

Continua a leggere per saperne di più e ricorda di acquistare il tuo biglietto speciale per usufruire del servizio di Art Advisory!

Meet Art Advisor Caterina Verardi

 

Acquistare e collezionare arte contemporanea è diventata anch’essa un’arte! Puoi darci i tuoi 3 migliori consigli da tenere a mente quando si vuole comprare un’opera?

Caterina VerardiCollezionare è creatività pura, è un’espressione di sé e del proprio gusto. Il collezionista deve però muoversi in un mondo, seppur affascinante, estremamente vasto e poco trasparente. Per realizzare il giusto acquisto è necessario conoscere le regole del gioco e dedicare molto tempo alla ricerca e all’analisi delle opere.

Il primo consiglio che mi sento di dare è quello di comprare solo artisti professionisti, fare l’artista è un lavoro serissimo.

Il secondo è quello di rivolgersi, in asta o in galleria, solo a operatori dalla reputazione impeccabile.

Il terzo è di richiedere sempre il certificato di autenticità, che dovrà essere rilasciato dall’artista o dalla fondazione che ne cura l’archivio.

Ma il vero segreto per creare una bella collezione è di comprare solo lavori che vi piacciano. Sedersi ogni giorno davanti a un’opera che vi emoziona è il miglior investimento che possiate fare.

 

Sei anche tu stessa una collezionista? Potresti svelarci uno dei primi pezzi che hai comprato?

È una passione che condivido con mio marito Marco. Uno dei nostri primi acquisti è stato proprio qui in fiera. Un grande lavoro di Thomas Bee, artista pop dai grandi messaggi sociali, vincitore del premio Arte nel 2011.

 

E qual è invece uno dei primi pezzi che hai venduto?

Una Gouache di Mirò, bellissima. Appena l’ho vista ho capito che bisognava impostare una strategia di vendita in grado di valorizzarne il potenziale. L’ho venduta a Londra, un mercato che in quegli anni ricercava fortemente quel genere di opere. Ho scelto di collaborare con una casa d’aste internazionale e, grazie a un attento lavoro di comunicazione, l’opera ha raggiunto il doppio della stima massima.

 

Affordable Art Fair Milan

 

Quali sono i vantaggi di affidarsi a un art advisor?

Avvalersi dell’aiuto di un art advisor significa poter vivere la propria passione per l’arte confrontandosi con qualcuno che conosce il tuo gusto e visiona quotidianamente decine di opere. Un professionista in grado di garantire la qualità di ogni lavoro e di valutarne il prezzo. Un filtro in grado di selezionare gli artisti che meritano maggiore attenzione, lasciando al cliente il gusto di decidere in serenità la prossima opera da aggiungere alla propria collezione.

 

Potresti spiegarci in che modo il tuo lavoro differisce in base al collezionista che ti trovi di fronte? Come ti approcci a chi ha già una collezione d’arte ben definita rispetto a chi non ha un’idea specifica?

Caterina VerardiOgni collezione è l’espressione di chi la realizza e ogni soggetto è diverso. La prima vera sfida è comprendere il gusto del cliente, da quello che ti racconta, in caso di un collezionista ai primi acquisti, o dalle opere che possiede, per chi una collezione ha già cominciato a farla. Definita la sua firma di stile il lavoro non cambia. Pezzo per pezzo si dovrà costruire la collezione comprando e vendendo, perché con il tempo i gusti si affinano, le competenze aumentano e la passione cresce.

È un percorso che richiede attenzione e dedizione, ma con un grande valore. Perché una bella collezione è in grado di esaltare la bellezza del singolo pezzo e, come in molti casi del passato, ad aumentarne il valore.

 

Quali strumenti utilizzi per selezionare le opere da consigliare ai tuoi clienti?

La selezione delle opere parte da un’attenta conoscenza del cliente, quindi il primo strumento è certamente il dialogo. Una volta individuato il fil rouge che guiderà la collezione, si realizza una prima selezione degli artisti che potrebbero farne parte. In questa fase lo strumento da usare è l’esperienza. Maggiore è il numero di artisti conosciuti dall’Art Advisor, maggiore sarà la possibilità di trovare le opere giuste. Infine, individuati gli artisti, si dovranno selezionare le opere, in base a criteri precisi che rendano la valutazione del prezzo il più oggettiva possibile. In questa fase si utilizza un sistema di analisi che prevede lo studio delle opere disponibili sul mercato per confrontarne alcune caratteristiche, come stato di conservazione, provenienza, autenticità, rappresentatività del soggetto e prezzo. In questo lavoro i motori di ricerca sono il nostro tempo, le nostre competenze e la nostra passione.

 

Quali sono i tuoi consigli per un neo-collezionista che vuole acquistare la sua prima opera?

Bisogna innanzitutto allenare gli occhi per scoprire quali lavori ci attraggono e ci emozionano, fidatevi innanzitutto del vostro istinto. Poi, quando trovate l’opera che vi convince, bisogna capire se si tratta di un buon acquisto, ovvero se l’artista è un vero professionista, se l’opera è autentica e se il prezzo è quello giusto.

 

Da cosa sei maggiormente ispirata? Hai degli artisti preferiti?

La mia prima ispirazione sono i miei clienti, le loro ambizioni, il loro stile e i loro desideri.
I miei artisti preferiti sono quelli bravi!

 

Affordable Art Fair Milan

 

Raccontaci la tua quotidianità: come vivi le tue giornate da art advisor?

Il mio lavoro è quello di costruire un ponte tra i desideri dei collezionisti e le opportunità del mercato dell’arte. Da un lato vivo tra opere, mostre e artisti, e dall’altro mi dedico ai miei clienti, per assisterli nell’acquisto e nella vendita, tra valutazioni, autentiche e perizie. Spesso incontro altri professionisti, con i quali collaboro per poter fornire un supporto a tutto tondo che comprenda, dove serve, anche una consulenza legale, assicurativa, fiscale e patrimoniale.

 

Cosa suggerisci a chi vuole intraprendere la tua carriera?

Di studiare, il mercato dell’arte è poco trasparente quindi per apprendere le informazioni bisogna faticare il doppio. E di esercitarsi ad ascoltare i desideri dei clienti. Il nostro lavoro è quello di rendere la loro esperienza nel favoloso mercato dell’arte piacevole e soddisfacente.

 

Come vedi il futuro del mercato dell’arte? E quali sono i tuoi progetti futuri?

Caterina VerardiLa tendenza che si sta delineando negli ultimi anni esprime un forte desiderio di trasparenza. Si stanno sviluppando app che ci permetteranno di digitalizzare i certificati di autenticità, si sperimentano sistemi di blockchain per tracciare acquisti e valori, e ormai le gallerie che utilizzano sistemi di e-commerce non sono più una rarità. Spero che tutto questo incoraggi nuovi collezionisti, affinché la passione per l’arte sia sempre più diffusa, come oggi lo è per molti altri beni di lusso.

Dal mio punto di vista ritengo che ogni strumento sia utile e continuerò a studiare tutte le novità che riguardano il mondo che amo e vivo ogni giorno. I miei progetti per il futuro? Diventare un Art Advisor migliore di quella che sono oggi e continuare a vivere tra splendide opere, l’unico modo che conosco per appagare la mia passione per la bellezza.

 

Ringraziamo molto Caterina per i suoi preziosi suggerimenti riguardo il collezionismo d’arte contemporanea. Se anche tu sei rimasto affascinato dai suoi consigli, non vediamo l’ora di accoglierti alla prossima edizione di Affordable Art Fair Milano (7-9 febbraio, Superstudio Più). Per usufruire del servizio di Art Advisory, acquista il tuo biglietto scegliendo una tra le giornate di fiera e selezionando “Personal Art Shopping”.

 

 

 

Your Shopping Bag

(0) items in your bag

You have no items in your shopping cart.

1 item added to bag